To view this notification widget you need to have JavaScript enabled. This notification widget was easily created with NotifySnack.
Serramenti in: Alluminio – Alluminio/Legno – PVC - Opere da fabbro

Agevolazioni fiscali

La maggior parte di voi ormai conoscerà la possibilità di accedere ad alcune agevolazioni fiscali in caso di sostituzione dei serramenti. A tal proposito esistono due tipi di detrazione fiscale di cui beneficiare: quella per gli interventi mirati al risparmio energetico (65%) e quella per le ristrutturazioni edilizie (50%).

Sulle spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014, per gli interventi di riqualificazione energetica di edifici già esistenti, spetta una detrazione del 65%.
Percentuale che passerà al 50%, per i pagamenti effettuati dal 1º gennaio 2015 al 31 dicembre 2015 (Va ricordato che le spese sostenute prima del 6 giugno 2013 fruivano della detrazione del 55%).

Mentre per gli interventi su parti comuni di edifici condominiali o che interessino tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio, la detrazione è pari al 65% per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 30 giugno 2015; Percentuale che passerà al 50% per le spese sostenute dal 1º luglio 2015 al 30 giugno 2016.

Ricordiamo inoltre che le quote annuali, ripartite su dieci anni, di detrazioni fiscale  devono essere dichiarate sulla dichiarazione dei redditi.

La detrazione per le spese di ristrutturazione edilizia spettante nella misura del 50%, sull’importo massimo di € 96.000,00 per unità immobiliare è prorogata al 31 dicembre 2014 per le spese sostenute dal 26 giugno 2012.
Dal 1 gennaio 2015 e fino al 31 dicembre 2015 la detrazione si ridurrà al 40%.

Poiché le due detrazioni pongono condizioni e procedure burocratiche assai diverse fra loro, molte persone fanno spesso confusione fra le due detrazioni e non sanno bene a quale delle due possono accedere. E’ anche da segnalare il fatto che le due detrazioni non sono cumulabili. Pertanto, nel caso in cui gli interventi realizzati rientrino sia nelle agevolazioni previste per il risparmio energetico che in quelle per le ristrutturazioni edilizie, il contribuente potrà fruire, per le medesime spese, soltanto dell’uno o dell’altro beneficio fiscale, rispettando gli adempimenti specificamente previsti in relazione a ciascuna di esse.

Quali sono allora i casi in cui si può beneficiare della detrazione fiscale sul risparmio energetico (65%) e quelli in cui si deve optare per la detrazione sul le ristrutturazioni edilizie (50%)?